Benvenuti

Godere di buona salute è qualcosa di più che essere fisicamente sani: la salute riguarda anche la nostra sfera emozionale, spirituale e mentale. Stare bene significa anche e soprattutto "sentirsi bene". Per il medico del 2000 non è più sufficiente curare, ma diventa indispensabile prevenire, informare, promuovere comportamenti sani e orientati al benessere. In termini pratici, questo vuol dire: curare l’aggiornamento sulle tecniche e sulle metodologie più innovative; aprirsi alla conoscenza, se non alla pratica, delle medicine complementari; acquisire competenze comunicative attraverso specifici percorsi di formazione.

News

17/06/2018 - Sonno e umore migliorano perdendo peso Negli obesi, una perdita di peso, anche se piccola (almeno il 5% in meno del peso iniziale), può migliorare...

28/05/2018 - byNight Roma Intervista sui disturbi dell'alimentazione in età pediatrica a Radio Radio byNight.


...

01/02/2017 - Perché questo sito è Online. Pensato dalla Dott.ssa Lucilla Ricottini come un biglietto da visita personalizzato, è anche un...

La medicina che cura

La medicina dal volto umano è inevitabilmente una medicina integrata, che utilizza tutte le più recenti acquisizioni scientifiche e tecnologiche, ma non dimentica altri saperi complementari. Oltre alla medicina convenzionale, che è alla base della mia formazione e alla quale faccio costante riferimento, nella mia pratica professionale utilizzo elettivamente le medicine complementari, per la loro grande efficacia nella prevenzione delle patologie. L'omeopatia e l'omotossicologia, la fitoterapia, la nutraceutica e i Fiori di Bach: sono potenti strumenti di prevenzione e di cura. Specializzata in Pediatria, ho una solida formazione in Scienza della Nutrizione umana ed una buona esperienza nel campo delle allergie, per cui seguo sia adulti che bambini. In ambito omeopatico, ho coordinato fino al 2015 il primo Progetto italiano di Ricerca Clinica (Clinical) , che ha prodotto numerosi lavori scientifici pubblicati su riviste indicizzate.

La relazione che cura

Tutti coloro che svolgono una professione sanitaria e quindi una professione di aiuto, condividono il desiderio di contribuire al benessere degli altri, offrendo soluzioni alla domanda di salute che viene posta loro. Ogni medico sa quanto sia importante stabilire una buona alleanza con il proprio paziente: è più facile la diagnosi, si ottiene maggiore adesione alla terapia prescritta, aumenta l'efficacia della cura. L'alleanza nasce dalla qualità della relazione tra il medico e il paziente e, purtroppo, non è facile stabilire una buona relazione nell'arco temporale della visita medica: servono disponibilità all'ascolto ed un atteggiamento orientato all' empatia. Quando però l'incontro funziona, accade qualcosa di speciale e la guarigione inizia già con la visita... Consapevole di ciò, ho dedicato negli anni molto tempo ed energie per una "formazione all'ascolto".