Formazione

Da circa venti anni mi dedico alla "formazione all'ascolto" ed ho approfondito pratiche fondanti come la Comunicazione Nonviolenta, avendo la fortuna di lavorare con lo stesso Marshall Rosenberg che l'ha ideata, ed il Focusing con Gene Gendlin in persona ed altri insegnanti, in Italia e all'estero.
In questo periodo ho seguito un Master triennale in Counseling Gestaltico ed ho lavorato per molti anni con Thomas Trobe (Krishnananda, psichiatra e meditatore) nel campo delle dipendenze emotive. Ognuna di queste esperienze ha profondamente contribuito al mio processo di crescita personale e professionale, fino a determinare un cambiamento nella mia visione della professione medica e delle relazioni umane.

Negli anni ho applicato quanto appreso e sperimentato in prima persona, partendo proprio dalla pratica medica quotidiana: un particolare approccio al paziente; il sostegno ai famigliari, anche con l'organizzazione di seminari intensivi per la comunicazione; la mediazione dei conflitti (accadono! soprattutto quando il paziente è un adolescente ed è accompagnato dai genitori); il counseling motivazionale, nella dietoterapia e nelle patologie croniche.

Con il passare del tempo, ho cominciato a lavorare come formatrice ed esperta di comunicazione e gestione dei conflitti; da circa 10 anni opero, anche con altri colleghi, in vari ambiti: ospedali, scuole, università, aziende chimico -farmaceutiche, enti di formazione, sia pubblici che privati, per l'educazione continua in medicina.

News



06/05/2018
Risultati dell'intervento di Formazione con la CNV in un ospedale del Veneto


La Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg ( CNV ) è una prassi che molto bene si presta per migliorare le relazioni tra le persone all'interno delle strutture ospedaliere. Le competenze comunicative del personale sanitario diventano fondamentali , per migliorare le relazioni e prevenire i conflitti , soprattutto quando la malattia, il dolore e la paura dei ricoverati incontrano la necessità di prestazioni sanitarie efficaci e 
di un'organizzazione ospedaliera efficiente. Nell'Ospedale di Monselice è stato erogato in due edizioni il Corso di formazione basato sulla CNV per il Reparto di Medicina diretto dalla Dott.ssa Lucia Leone;  ogni workshop , articolato in due giorni di lavoro fortemente esperienziale,  ha offerto gli strumenti più idonei per " comprendere ed accogliere quello che è vivo nell'altro, ovvero i suoi sentimenti e i suoi bisogni". Docenti al corso: Lorenzo Salvi ( mediatore e counselor) che ha anche elaborato la struttura del workshop, Lucilla Ricottini ( medico e counselor), Serena Businarolo (pedagogista e counselor); Facilitatore in aula Vincenzo Ceriello ( medico e counselor).
Nei tre mesi successivi all'intervento, si è registrato un aumento significativo delle lettere di apprezzamento da parte degli utenti, con particolare riferimento alle competenze relazionali degli infermieri e dei medici. 
La dirigenza medica ha correlato il dato all'erogazione del Corso di Formazione basato sulla CNV.
Il dato positivo è stato riportato nell'Indagine sul clima organizzativo 2017 Regione Veneto ULSS 6 Euganea .



30/11/2017
Una Formazione per la Gestione dei conflitti in ambito ospedaliero


Si è concluso a Novembre il Corso di Formazione MIGLIORARE LE RELAZIONI INTERPERSONALI UTILIZZANDO I PRINCIPI E I METODI DELLA CNV NEL PRONTO SOCCORSO OSPEDALIERO, 1° LIVELLO", Evento in cinque edizioni accreditato ECM, Ospedale S. Camillo- Azienda ospedaliera S.Camillo-Forlanini. Formatori in aula il dott. Lorenzo Salvi e la dott.ssa Lucilla Ricottini, che è stata anche la responsabile scientifica del corso. Al corso hanno partecipato medici, infermieri, personale ausiliario del Pronto Soccorso e anche personale amministrativo. 
Il corso è stato pensato per offrire degli strumenti efficaci  nei casi di conflittualità o difficoltà relazionale che si possono verificare in ambiti particolari, quali l'ambiente del Pronto Soccorso, dove la domanda di salute è particolarmente urgente e coinvolge anche i famigliari del malato. La natura del corso è stata fortemente esperienziale, sia per la struttura basata su demo in aula ed esercizi di role -play; i contenuti trasmessi sono stati quelli della Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg, pratica comunicativa fondata sulla connessione empatica con se stessi e con gli altri per poter formulare richieste efficaci. Il corso ha previsto anche l'intervento della Cattedra di Antropologia ( dell'Università La Sapienza di Roma) per l'osservazione ditta di quello che accadeva nel Pronto Soccorso così come in aula.
Sono in elaborazione i dati raccolti durante i sei mesi di lavoro e i risultati verranno presentati in un Convegno alla fine del prossimo anno(2018).



14/10/2017
Si ripete a Monselice l'esperienza della formazione ospedaliera per migliorare le relazioni con la CNV


La CNV ( Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg) è una prassi che molto bene si presta per migliorare le relazioni tra le persone all'interno delle strutture ospedaliere. Dove la malattia, il dolore e la paura dei ricoverati incontrano la necessità di prestazioni sanitarie efficaci e  di un'organizzazione ospedaliera efficiente, le competenze comunicative del personale sanitario diventano fondamentali , per migliorare le relazioni e prevenire i conflitti.Nell'Ospedale di Monselice si è concluso in questi giorni Il Corso di formazione basato sulla CNV per il Reparto di Medicina diretto dalla Dott..ssa Lucia Leone;  il workshop , articolato in due giorni di lavoro fortemente esperienziale,  offre gli strumenti più idonei per " comprendere ed accogliere quello che è vivo nell'altro, ovvero i suoi sentimenti e i suoi bisogni". Docenti al corso: Lorenzo Salvi ( mediatore e counselor) che ha anche elaborato la struttura del workshop, Lucilla Ricottini ( medico e counselor), Serena Businarolo (pedagogista e counselor); Facilitatore in aula Vincenzo Ceriello ( medico e counselor).
Il corso è arrivato alla sua quarta edizione ed è stato molto gradito ed apprezzato sia dal personale che dagli utenti.



20/09/2017
Un Master universitario sulla genitorialità: intervento formativo con la Comunicazione empatica


Il professor Matteo Villanova, Neuropsichiatra psicoterapeuta e docente di psicopatologia forense , ha organizzato nell'anno 2017 un Master di I livello in Educazione affettiva e Sessuale per l'Infanzia l'Adolescenza e la Genitorialità, mostrando come negli anni si sia modificato il concetto di famiglia e indicando come oggi diventi necessario adeguare conoscenze e competenze, per lavorare nelle professioni di aiuto. Al master, che è rivolto ai professionisti di vari ambiti, hanno partecipato anche la dottoressa Lucilla Ricottini e il dottor Lorenzo Salvi, conducendo alcune attività seminariali incentrate sulla CNV (comunicazione nonviolenta di Marshall Rosenberg). La CNV si potrebbe definire una prassi comunicativa fondata sull'empatia e aiuta a stabilire una connessione tra le persone partendo da " ciò che è vivo nell'altro", ovvero dai sentimenti e dai bisogni. questo tipo di comunicazione offre strumenti validi a chi lavora nelle professioni di aiuto in differenti situazioni: nel sostegno a famiglie in difficoltà, ma anche nelle scuole, negli ospedali e persino in carcere. L'attività seminariale è stata condotta dai due formatori con tecniche di role-play, simulando in aula situazioni realmente vissute dai partecipanti. Un esercizio molto efficace è stato quello chiamato"l'immagine del nemico" . Il partecipante viene  aiutato a trasformare la percezione che  ha dell'altro , attraverso l'empatia per se stesso e solo successivamente per il "nemico", grazie ad un lavoro guidato sui bisogni soddisfatti e insoddisfatti delle persone coinvolte nel conflitto, sui loro sentimenti e sulle possibili strategie da proporre per risolvere il conflitto.


30/05/2016
Una Formazione controcorrente:la Comunicazione Nonviolenta di Rosenberg , prassi d'elezione per l'Actor Counselor.


Nel maggio 2016 , presso la Scuola di Actor Counselor Olistico Atman di Catania, si è svolto il Workshop teorico- pratico dal titolo "La Comunicazione NonViolenta di M.Rosenberg: principi e pratiche di base". Il Workshop, di due giorni, è stato condotto dalla dott.ssa Lucilla Ricottini e dal dott. Lorenzo Salvi ed ha coinvolto attivamente 14 Actor Counselor in formazione. La figura dell'actor counselor fa convivere le antiche tecniche del lavoro attoriale con le più aggiornate tecniche olistiche per l'aiuto e il sostegno al benessere globale dell'individuo. Il seminario è stato integrato nel percorso formativo di base dei Counselor. La Comunicazione NonViolenta (CNV) è una visione della vita ma anche una prassi, che porta alla luce i bisogni alla base di ciò che facciamo o diciamo e che ci sostiene nel ridurre l’ostilità, nell’alleviare il dolore e nel costruire relazioni più soddisfacenti sia sul piano personale, che su quello affettivo o professionale. Il metodo fornisce un percorso sicuro per le due componenti della comunicazione: come ci esprimiamo e come riceviamo i messaggi degli altri. Riguardo all’ascolto, la NVC ci permette di intendere i bisogni degli altri al di là della critica, giudizio o attacco nei nostri confronti . La scuola di Actor Counselor Olistico Atman è la prima in Italia ed è stata fondata da Gabriella Saitta, già nota attrice formatasi successivamente come counselor olistico.


22/05/2016
Workshop di introduzione alla Comunicazione NonViolenta presso la Scuola di Actor Counselor Olistico Atman


Il 21 e 22 maggio 2016 , presso la Scuola di Actor Counselor Olistico Atman di Catania, si è svolto il Workshop teorico- pratico dal titolo "La Comunicazione NonViolenta di M.Rosenberg: principi e pratiche di base". La Comunicazione NonViolenta (CNV) è una visione della vita ma anche una prassi, che porta alla luce i bisogni alla base di ciò che facciamo o diciamo e che ci sostiene nel ridurre l’ostilità, nell’alleviare il dolore e nel costruire relazioni più soddisfacenti sia sul piano personale, che su quello affettivo o professionale. Il metodo si basa su capacità di consapevolezza, empatia e pratiche comunicative che in sé non contengono nulla di nuovo e che sono conosciute da secoli. La novità sta nell’integrazione e nella chiarezza e semplicità del modello che ci invita a spostare l’attenzione dai pensieri (giusto/sbagliato, devi/non puoi, merito/colpa) e a dirigere la nostra consapevolezza su quattro punti o informazioni fondamentali che facilitano l'espressione: i fatti osservati, i sentimenti, i bisogni, i possibili modi per soddisfare i bisogni (le strategie). Il metodo ci sostiene e ci fornisce un percorso sicuro per le due componenti della comunicazione: come ci esprimiamo e come riceviamo i messaggi degli altri. Riguardo all’ascolto, la NVC ci permette di intendere i bisogni degli altri al di là della critica, giudizio o attacco nei nostri confronti . Il Workshop, di due giorni, è stato condotto dalla dott.ssa Lucilla Ricottini e dal dott. Lorenzo Salvi ed ha coinvolto attivamente 14 Actor Counselor in formazione. La figura dell'actor counselor fa convivere le antiche tecniche del lavoro attoriale con le più aggiornate tecniche olistiche per l'aiuto e il sostegno al benessere globale dell'individuo. La scuola di Actor Counselor Olistico Atman è la prima in Italia ed è stata fondata da Gabriella Saitta, già nota attrice formatasi successivamente come counselor olistico.


12/07/2014
La Comunicazione Empatica Consapevole, ovvero come la Comunicazione Nonviolenta può essere d'aiuto anche agli Osteopati,


Il Centro Studi di Osteopatia Tradizionale (CSOT)  ha recentemente attivato una formazione in due giornate, per offrire ai propri didatti gli strumenti della Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg.
Presso la prestigiosa sede di Piazza dell'Enciclopedia Italiana ( Roma), la dott.ssa Ricottini e il dott.Salvi hanno trasmesso i principi base della CNV ai 18 tutor e didatti della Scuola di Osteopatia, nell'ottica di costruire un project work individualizzato per ogni partecipante. Il Project Work è la novità della metodologia didattica dei due formatori, in quanto permette di acquisire una visione diversa delle relazioni umane, basata sui sentimenti e sui bisogni piuttosto che sui criteri di "giusto/sbagliato", attraverso un'esperienza diretta e personalizzata  per ognuno dei partecipanti. Nel Project Work è possibile inoltre individuare degli indicatori precisi, utili a monitorare i reali cambiamenti che la Comunicazione Nonviolenta porta nella vita di chi la pratica. Nel caso degli osteopati, in particolare, si è rilevata l'importanza di stabilire  con il paziente una relazione efficace fin dai primissimi momenti. Infatti, per la natura stessa del trattamento osteopatico, che prevede un contatto corporeo e la capacità di ascoltare i messaggi che provengono dal corpo, diventano  fondanti la fiducia e il rispetto reciproco tra paziente e terapista, per rendere fluida la relazione ed attivare le risorse naturali del paziente.
Per ulteriori informazioni relative ai trattamenti osteopatici e al Centro Studi di Osteopatia Tradizionale, siete invitati a visitare il sito www.csot.it, dove è anche disponibile il video dell'intervista a Lorenzo Salvi e a Lucilla Ricottini

image


16/09/2012
Migliorare le relazioni in Ospedale con la Comunicazione empatica: nuova edizione per l'Azienda S. Camillo-Forlanini


Riparte a settembre l'esperienza della Comunicazione Nonviolenta applicata alle relazioni in ambito sanitario. Anche nel 2012 l'offerta formativa di due tra i maggiori Ospedali romani, il S.Camillo  e il Forlanini, prevede una serie di incontri teorici-pratici  con medici e infermieri di vari reparti, per sviluppare gli skills necessari a realizzare la comunicazione empatica e a migliorare  la gestione dei conflitti. Docenti : il dott. Lorenzo Salvi e la dott.ssa Lucilla Ricottini .



TORNA SU