Altre esperienze

La pratica clinica quotidiana ed un aggiornamento professionale costante hanno determinato, nel tempo, un ampliarsi delle mie conoscenze e delle mie competenze in ambito medico e in altre aree ad esso contigue. In tutti questi anni di lavoro e di studio in cui ho acquisito esperienza e maggior sapere, ho anche maturato delle capacità  che oggi mi piace mettere al servizio di pazienti e colleghi, attraverso un'offerta didattica e formativa piuttosto variegata, a volte anche in équipe con altri professionisti.
L'incontro felice con la Comunicazione Nonviolenta di M.Rosenberg, così come la formazione in Mediazione con Ike Lasater e il Focusing di Gene Gendlin, mi hanno permesso di mettere a punto una metodologia didattica molto originale e particolarmente efficace per la formazione in ambito sanitario, dov'è di cruciale importanza migliorare le relazioni interpersonali e saper gestire i conflitti. Ma le stesse tecniche e la stessa prassi li utilizzo in gruppi di supporto per i genitori, perché migliorino la qualità  dell'ascolto con i figli o con i partner.
Recenti progetti riguardano poi la formazione in ambito scolastico, dove l'obiettivo è trasmettere delle abilità  di counseling ai docenti, così che essi possano migliorare l'atmosfera in aula e contrastare l'abbandono scolastico. Anche questo significa contribuire a "fare salute", perché un ambiente armonico costituisce uno stimolo positivo per il sistema immunitario e per il benessere emotivo e psichico.
Inoltre, l' attività  didattica potrà  in futuro riguardare anche:
  • corsi per lo svezzamento naturale
  • corsi per l'utilizzo dei Fiori di Bach nella massoterapia
  • insegnamento della pediatria in scuole di osteopatia e di omeopatia.
Questo ampio ventaglio didattico, che ad alcuni tra voi potrebbe sembrare eclettico,presenta una linea di coerenza in tutte le mie esperienze di formazione professionale e di crescita individuale. Ho pensato, pertanto, di dedicargli questa sezione che vi invito a visitare, con curiosità  e (perché no?) rimanendo aperti alla possibilità  di sperimentare.


News



02/09/2018
Un'intervista di Cristina Bellon alla dott.ssa Lucilla Ricottini


Sull'ultimo numero di STARBENE (28 agosto 2018) é possibile leggere una breve intervista rilasciata dalla dottoressa Ricottini alla giornalista Bellon .
Si parla , scherzosamente, di tipologie materne o meglio di modalità di accudimento.
Il pediatra può trarne ispirazione per migliorare la propria comunicazione con le neo-mamme , comprendendo quali  timori ed insicurezze si celano dietro specifici comportamenti, ed "empatizzare".
Ogni strategia di maternage presenta punti di forza e di debolezza ! Conoscerli e ri-conoscerli può giovare anche alle mamme..



04/03/2018
Dipendenza da internet e cyberbullismo


Consulcesi Club, network che si occupa di formazione dei medici, ha lanciato un corso sulla dipendenza da internet non solo destinato ai medici, ma anche a pazienti, insegnanti e genitori; il corso è fruibile gratuitamente da tutti su www.sconnessiday.it, sito che prende il nome dall’iniziativa lanciata al Ministero della Salute di istituire una Giornata Mondiale della S-connessione, per sensibilizzare a un uso più consapevole del web, raccomandando a tutti di spegnere il cellullare almeno per un’ora al giorno.


03/03/2018
Corso di Focusing per bambini


Verrà in Italia Renè Vogelers per fare un seminario di “Focusing per Bambini”. Renè è uno dei più bravi e conosciuti insegnanti al mondo di Focusing per bambini. Ha davvero il dono di far uscire il bambino gioioso che è in ciascuno di noi, Per cui un lavoro di questo tipo con lui è utile sia come strumento per chi si muove nel mondo dei bambini a livello professionale, ma anche per migliorare la comprensione dei propri figli che per la crescita personale . infatti non fa mai male dare spazio alla gioia di vivere.  
Informazioni pratiche Questo seminario di 3 giorni e mezzo e corrisponde a un terzo della formazione base di Focusing per bambini. Tuttavia quello che si impara in questo contesto è già fruibile di per sé . 
La località: l’ex convento di Abano.
La data: dalla cena di venerdì 27 aprile, al pranzo del 1 maggio 2018. 
PER INFO RELATIVE AI COSTI, CONTATTARE:__________________________________________________________ 
Dott.ssa Germana Ponte Trainer di Focusing e Coordinator Cell. +39 338 7812626, email: ponte.germana@gmail.com Sito: www.ilfocusing.it



20/10/2016
Il Focusing e la saggezza del corpo.( A cura della Dott.ssa Germana Ponte)


Si può senz’altro dire che il Focusing è un processo di auto-consapevolezza, che mette a fuoco (focusing) il modo in cui questo nostro corpo vive ogni esperienza, problema, relazione, ecc…, e come li riassume con una “sensazione significativa” percepita nel corpo e chiamata ‘Felt Sense’. Quando parliamo di corpo nel Focusing intendiamo l’organismo intero: corpo fisico, emotivo, mentale, energetico e quant’altro… In una parola il nostro intero “essere al mondo”. Il Felt Sense è il più delle volte una sensazione vaga e oscura, che compare un attimo e poi scivola di nuovo nel subconscio. La nostra cultura, basata prevalentemente sul “capire”, non ci ha addestrati a darle importanza, inoltre all’inizio sembra poco promettente. Eppure contiene tutta la complessità e tutte le connessioni relative all’esperienza in questione. Con delle tecniche appropriate si apre e ci consente di accedere a quel di più che il corpo sa rispetto alla mente, la famosa “saggezza del corpo” appunto. Inoltre il Felt Sense contiene “implicito” il prossimo passo avanti rispetto alla situazione in questione, e questo perchè contiene la trama della nostra storia passata, i significati attuali, il nostro modo di relazionarci con noi stessi, con gli altri e con la vita, nonché le nostre speranze e paure per il futuro, ecc…. In realtà il Felt Sense non è una cosa sconosciuta, abbiamo a che fare con esso ogni momento della nostra vita, solo che non ci facciamo troppo caso. Immaginate di incontrare qualcuno che amate, se fate attenzione noterete che sentite nello stomaco qualcosa che assomiglia alle bollicine dello champagne, oppure vi si apre il cuore , ecc… Se qualcuno vi grida contro qualcosa di sgradevole, vi sentite come se aveste ricevuto un pugno nello stomaco, o come se vi cascassero le braccia… ecc… E’ stata la genialità di un uomo a notare questo nostro particolare modo di registrare e simbolizzare i vissuti a livello corporeo. E sempre lui, assieme ai sui collaboratori, ha ideato le chiavi per aprire questa porta ed entrare nel nostro mondo interiore. Quest’uomo è Eugene Gendlin, psicologo, filosofo e accademico piuttosto famoso negli USA e in tutti i paesi in cui il Focusing si è diffuso. Gendlin, tra l’altro, è stato discepolo di Rogers, uno dei padri fondatori della psicologia umanistica. La scoperta del Focusing avvenne nell’ambito di una grossa ricerca che lui fece per l’Università di Chicago più di 30 anni fa, quando era a capo del dipartimento di psicologia. Lo scopo di tale ricerca era capire perché la psicoterapia, il più delle volte, fosse così lunga e poco efficace. A sorpresa, risultò che la differenza tra una terapia andata a buon fine o meno la faceva il cliente, o meglio quei clienti che sembravano possedere l’abilità di mettersi in contatto col “sentire” del corpo rispetto ai propri vissuti. L’indirizzo della scuola psicologica e persino la bravura del terapeuta risultarono molto meno importanti di ciò che ci si aspettava ai fini della buona riuscita della terapia. Poiché questa particolare abilità che alcuni clienti possedevano sembrava fare la differenza tra il successo e il fallimento, Gendlin, assieme ai suoi assistenti, cercò di comprenderla prima e di insegnarla poi a chiunque volesse impararla. Così nacque il Focusing, e man mano che si faceva luce su questa particolare forma di “vissuto corporeo”, si comprese che chiunque poteva imparare a contattarlo a proprio beneficio. In realtà sarebbe più esatto parlare di riappropriarsi di una facoltà che già possediamo, il “sentire-percepire”, che è in disuso o largamente sottovalutata dalla nostra cultura a favore del “capire”. Ed è per questo che Gendlin, con un atto di grande generosità e lungimiranza, ha reso accessibile il Focusing a tutti. Il Focusing è un processo di autoconsapevolezza, facile e sicuro, che chiunque può imparare a usare, ma è anche uno strumento prezioso in molti ambiti: psicoterapia, counseling, body-work, medicina, formazione, istruzione, creatività, meditazione…... i bambini poi sono dei focalizzatori naturali, basta aiutarli a fidarsi di ciò che sentono…  

Dott.ssa Germana Ponte Trainer di Focusing e Coordinatrice per l’Italia, accreditata presso il Focusing Institute di New York cell. 338 7812626, email: ponte.germana@gmail.com Sito: www.focusing-consapevolezza.org



18/10/2016
Neuroscienze ed Emapatia: per la prima volta in Italia Sarah Peyton e Susan Skye con uno splendido seminario di cinque giorni


Sarah e Susan sono  due psicologhe americane, esperte in Neuroscienze e formatrici certificate nella Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg.In oltre vent'anni di lavoro hanno elaborato un metodo che coniuga i "poteri" dell'empatia con le informazioni scientifiche  più attuali.Saranno insieme per la prima volta in Italia a maggio 2017, con un seminario di 5 giorni dal titolo " Neuroscienze ed Empatia: guarire il futuro dalle ferite del passato"L'evento sarà accreditato ECM per le professioni sanitarie e varrà 50 crediti. Per ulteriori informazioni, siete invitati a leggere la locandina in allegato o a visitare il  sito www.neuroscience-empathy.it
Locandina Neuroscienze e CNV
MODULO ISCRIZIONE


18/10/2016


For the first time in Italy a workshop in NCV (nonviolent comunication)and Neurosciences with Susan Skye anda Sarah Peyton. more information www.neuroscience-empathy.it or here, in the Depliant
Neurosciences and Empathy Program
REGISTRATION


14/08/2016
" Far leva sulla propria capacità di influenza", un workshop visionario con Miki Kashtan


Dal 5 all'11 agosto 2016 si è tenuto in Polonia, presso Varsavia, il  workshop di Miki Kashtan "Leveraging Your Influence" (LYI) . Miki Kashtan, sociologa e formatrice per la Comunicazione Nonviolenta di fama internazionale, ha progettato questo lavoro per integrare le tre dimensioni della non violenza - l'amore, la verità, e il coraggio - e portarle profondamente nel tessuto della vita quotidiana. Una visione radicale , ma anche strumenti pratici per poterla concretizzare.Miki ha offerto LYI sia a livello locale che a livello internazionale dal 2012, e questo è l'ultimo corso che ha condotto personalmente, prima di passare il testimone ai suoi co-facilitatori. "Fare leva sulla vostra influenza" è stato ideato per aumentare la capacità di impegno in qualsiasi contesto: casa, lavoro, organizzazioni, istituzioni e comunità. Il programma LYI si concentra sui modi più efficaci per ridurre il divario tra dove siamo e dove vogliamo essere, sia a livello individuale che sociale e comunitario, partendo dall'ascolto dei bisogni e puntando a soluzioni che funzionino per tutti i soggetti coinvolti nelle interazioni. Grazie al costante coaching di Miki Kashtan, questo corso intensivo ha costituito un laboratorio di apprendimento, in cui le sfide emergenti ( della propria vita e del proprio contesto sociale e lavorativo) sono state individuate come opportunità per ampliare la 'zona di comfort' e mettere in pratica i principi della Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg. Hanno partecipato al workshop 80 mediatori e Facilitatori provenienti da 16 paesi di tutto il mondo, tra i quali Corea e Nigeria. La dottoressa Lucilla Ricottini è stata una dei rappresentanti  per l'Italia.


06/07/2016
FOCUSING: come accedere alle informazioni del corpo presentazioni gratuite A VERONA


Sabato 17 settembre, dalle ore 16.30 alle 18.30 Venerdì 23 settembre, dalle ore 20.30 alle 22.30 A VERONA, in via Ederle 25 (borgo Trento), suonare ‘PONTE’. La partecipazione è gratuita, previa prenotazione via email o cellulare (quest’ultimo è preferito). Cos’è il Focusing? E’ l’arte di mettere a fuoco le sensazioni con cui il nostro corpo riassume ogni nostro vissuto. Il nostro corpo ‘conosce’ su di noi, e sugli eventi della nostra vita, molto di più della nostra mente. Avere a disposizione le sue informazioni, ben più ricche e accurate, significa prendere decisioni più appropriate, e vivere una vita più piena. Quando parliamo di ‘corpo’ nel Focusing intendiamo qualcosa che è molto di più del semplice aspetto fisico, stiamo parlando del ‘nostro intero essere al mondo’. Il Focusing consente di riattivare una facoltà in disuso, quella del ‘sentire’, enormemente sottovalutata dalla nostra cultura a favore del ‘capire’; permette anche di tradurre i significati nascosti nelle nostre sensazioni. Il Focusing è nato 50 anni fà nel mondo della psicologia umanistica, ad opera di un uomo visionario, Eugene Gendlin, che lo ha dato generosamente all’umanità a cui appartiene. A chi è utile il Focusing? Agli tutti esseri umani, poiché ha a che fare con il modo in cui funzionano. Tuttavia chi ha disturbi psichici di una certa importanza, deve prima rivolgersi a specialisti competenti. Inoltre il Focusing si è dimostrato uno strumento straordinario per tutti coloro che hanno professioni di aiuto o a contatto con il pubblico: psicoterapeuti, psicologi, counselor, formatori, medici, infermieri, insegnanti, ecc… Corsi di Focusing Il prossimo corso base inizierà a ottobre 2016, e finirà a giugno 2017 (date da stabilire). Questo primo livello serve per apprendere quest’arte per sé stessi. Si svolge con: 6 giornate di lezione, una ogni mese e mezzo circa. 5 sessioni individuali con me, ognuna tra una lezione e l’altra. Volendo si può proseguire con corsi avanzati, in cui si impara a usare il Focusing nell’ambito della propria professione; e/o si diventa Trainer di Focusing, insegnandolo a propria volta. Dott.ssa Germana Ponte Trainer di Focusing e Coordinatrice per l’Italia, accreditata c/o il ‘Focusing Institute’ di New York. Cellulare: 338 7812626, email: ponte.germana@gmail.com, sito: www.focusing-consapevolezza.org


01/04/2016
ATMAN: nasce la Scuola di Actor Counselor Olistico


L'ambizioso progetto della nostra Gabriella Saitta sta per partire: una scuola di counseling, per crescere spiritualmente, per acquisire strumenti che migliorino le proprie relazioni con gli altri, per diventare attori e , perchè no, per gettare le fondamenta di una possibile professione. 
La brava (e nota a molti) attrice siciliana ci aveva già abituati ad imprese titaniche, come il recupero di ragazzi emarginati o di persone disabili attraverso l'originale percorso di formazione artistica da lei proposto; oppure la scrittura di originali testi teatrali a 4-10-20 mani, insieme a tutti i ragazzi che li hanno poi interpretate, recitando su palcoscenici anche famosi. Li abbiamo recentemente visti ed applauditi proprio qui a Roma,  al Teatro Vittoria.
Dall'esperienza creativa e anche umana che Gabriella porta avanti  con successo già da molti anni a Catania,sua città natale,  è nata l'idea di questo progetto. Se l'idea vi incuriosisce, potete partecipare all'evento gratuito del 24 aprile, che si terrà allo IALS di Via Fracassini 60.
TUTTO IN ALLEGATO
 

locandina 2 roma
brochure roma copia 2


14/06/2015
The Treasure Map to the Soul, prima esperienza in Italia


Finalmente è stata presentata in Italia  l'innovativa metodica creata dalle due note psicologhe e formatrici di Focusing : Ann Weiser Cornell e Barbara McGavin. Il training, della durata di 6 giorni, si è tenuto nel mese di Giugno 2015  ad Abano Terme, Padova . Hanno partecipato 22 tra psicologi, counselor e medici provenienti da 9 paesi del mondo.
La Treasure Map si fonda sul riconoscimento del Felt Sense ( alla lettera : sensazione sentita) che lo psicologo e filosofo umanista Gene Gendlin ha indicato come guida sicura al riconoscimento del proprio vissuto emotivo e quindi corporeo. Le più recenti scoperti delle neuroscienze stanno confermando quello che il geniale filosofo intuì già negli anni '70: ovvero, il nostro corpo porta le più fini informazioni relative al nostro vissuto emozionale e nella misura in cui possiamo riconoscerle ed integrarle consapevolmente, ci è dato "ristrutturare" la nostra esperienza. Quando un trauma costituisce un arresto del fluire della vita in noi, cerchiamo di adattarci e andare avanti portando con noi "il blocco". Con un lavoro paziente e costante di focalizzazione si può arrivare ad uno shift, grazie al recupero dell'esperienza interrotta a livello di percezione somatica. La novità consiste proprio nel lavorare sul vissuto partendo da una certa sensazione corporea, evocata dall'esperienza mentale, piuttosto che su contenuti prettamente intellettuali. Il Focusing è una tecnica specifica che si apprende con grande facilità, ma che va trasmessa in maniera esperienziale. Ann e Barbara hanno avuto il grande merito di sistematizzarla in modo che possa venire integrata anche in un processo di psicoterapia. Si lavora con le parti del sè, in modo gentile, per arrivare ad un loro riconoscimento e ad una spontanea integrazione dallo spazio del Self in Presence, che corrisponde poi allo stato di presenza e consapevolezza. A fine del 2016  verrà pubblicato un libro descrittivo della metodologia.


image


14/11/2014
Progetto


Nell'ambito del Progetto "Dispersione Scolastica", che il Miur ha bandito per l'anno accademico in corso, la dott.ssa Lucilla Ricottini  insieme alla dott.ssa  Rosella Salari  e al dott. Lorenzo Salvi hanno portato a termine la formazione per i docenti delle prime classi dell'Istituto ITIS B. Pascal, offrendo gli strumenti teorico-pratici della Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg. Sulla scia dell'esperienza di ScuolAmica, progetto sponsorizzato da una famosa azienda omeopatica italiana nell'anno accademico precedente, il gruppo dei formatori ha organizzato uno sportello di Counseling aperto a insegnanti ed allievi, per la raccolta dei bisogni e dei disagi secondo il metodo CNV. Inoltre si è lavorato in aula , durante 6 incontri pomeridiani, su un modello di mediazione e di gestione delle difficoltà emergenti sia tra gli alunni che tra i professori, partendo dalla comprensione profonda dei bisogni e dei sentimenti di tutti i partecipanti. Sono stati effettuati esercizi di Role-Play  e numerose esercitazioni in diadi e triadi, per migliorare le capacità di ascolto empatico di tutti i professori coinvolti nel progetto. Il clima cooperativo che si è stabilito tra i partecipanti e la percezione di valori condivisi, ha costituito senz'altro un valore aggiunto a questo tipo di lavoro fondato sull'empatia e sulla capacità di rimanere connessi a ciò che è vivo in ogni persona, anche nei momenti di maggiore difficoltà. Per chi fosse interessato, si consiglia la lettura di 2 libri fondamentali, scritti da M.Rosenberg ed editi dalla casa editrice Esserci: "Le parole sono finestre oppure muri"; "Parlare Pace".
IDEA3


14/11/2014
Progetto Dispersione scolastica





10/11/2014
Pet Therapy e PNEI


Dalla dottoressa Maria Corgna riceviamo e volentieri pubblichiamo. 
Sebbene sia diventata una consuetudine classificare genericamente sotto il nome di “Pet therapy” vari tipi di attività con l’ausilio degli animali, più precisamente deve essere effettuata una distinzione tra Attività, Educazione e Terapie assistite con animali (T.A.A.). Le Attività Assistite con gli Animali (A.A.A.) sono interventi occasionali a carattere ludico e didattico, la cui finalità e quella di trasmettere informazioni ed emozioni derivanti da un breve contatto con il cane. Possono rientrare tra le A.A.A. anche attività rivolte alle scuole, effettuate nei reparti ospedalieri o in strutture residenziali. L’educazione Assistita dagli Animali (E.A.A.) e un intervento con una precisa progettualità, finalizzato ad incidere su atteggiamenti e comportamenti degli individui, con lo scopo di migliorare la qualità della vita della persona che ne fruisce. Può essere realizzato da Operatori che abbiano specifica formazione in tale ambito. Le Terapie Assistite con gli Animali (T.A.A.) e la riabilitazione sono interventi co-terapeutici in senso stretto sul piano medico e psicologico, sulla base di un progetto i cui risultati e progressi sono monitorati e valutati secondo procedure individuate gia nella fase iniziale della progettazione stessa. In pratica si tratta di attività focalizzate sulla disabilita e/o sul disagio e finalizzate a ottenere un miglioramento delle capacita adattative del paziente, tale da fargli raggiungere, compatibilmente con la patologia/ problematica da cui e affetto, il massimo grado possibile di sviluppo delle sue potenzialità motorie (o più in generale fisiche), psichiche, relazionali e cognitive. Va ricordato che il setting minimo previsto negli Interventi Assistiti dagli Animali e formato dal paziente con il suo terapeuta, dal cane (o altri animali) e il suo coadiutore. In base alla letteratura esistente e alle esperienze praticate, i principali obiettivi riguardano: - L’area cognitivo-comportamentale (raggiungimento di uno stato di benessere generale e di rilassatezza psico-fisica; controllo dell’aggressività; miglioramento delle capacità di attenzione); - L’area emotiva (controllo dell’emotività, instaurazione di un rapporto empatico con un altro essere vivente, accrescimento dell’autostima, acquisizione di maggior sicurezza e fiducia, sperimentare la dimensione del prendersi cura di); - L’area socio-comunicativa (accrescimento della capacità di entrare in relazione con gli altri comunicando attraverso il non-verbale, capacita di partecipare ai giochi e di assumere dei ruoli sociali); - L’area motoria (miglioramento o/e mantenimento delle competenze motorie e percettive). Gli ambiti in cui si può valorizzare al meglio la presenza dell’animale domestico sono: la disabilità (sia in età evolutiva che in età adulta), la terza età (sia nel contesto familiare che istituzionale), i pazienti ospedalieri, i pazienti con disturbi psichici e psichiatrici, l’autismo, i pazienti neuromotori. Ambiti in cui, unire una terapia in chiave Pnei, non può far altro che rendere ancora più evidenti i risultati. In un certo senso anche il “Doctor Pnei” è il miglior amico del paziente, per questo il sostegno che può trovare nel “potenziare” la propria psiche, “sanare” la propria alimentazione, “energizzare” il proprio corpo e seguire il miglior iter terapeutico integrato, costituito dalla miglior farmacologia convenzionale e non, può ben integrarsi con la “Pet Therapy”



10/07/2014
The advanced treasure maps to the soul


Vicino ad Oxford, nello splendido Charney Manor, si è tenuto a fine giugno 2014 l'Advanced , condotto da Ann Weiser Cornell e Barbara Mc Gavin. Un'esperienza personale unica  ed uno strumento utilissimo per chi lavora con i pazienti: medici, psicologi, counselor. La "mappa del tesoro che porta all'anima" è infatti un percorso guidato che riporta al nodo dei problemi,  laddove si formano i conflitti che rendono la vita meno felice e le scelte più difficili. Con una metodologia che viene passata in maniera esperienzale, diventa possibile sciogliere i blocchi nelle azioni e trovare una soluzione possibile per sè. Si può lavorare bene con gli stati  depressivi,  con le situazioni di dipendenza e con i comportamenti compulsivi.
Al corso avanzato hanno partecipato 27 persone, provenienti da tutto il mondo. 
Nella primavera- estate 2015 verrà proposto il corso Base del " Treasure Map to the Soul"  qui in Italia , nel Veneto

Treasure Maps songs- Charney Manor 2014


13/04/2014
Il progetto ScuolAmica convince anche il MIUR e prosegue nel prossimo anno


Da gennaio 2014 un gruppo di studenti, insegnanti, counselor e mediatori è impegnato in un nuovo progetto organizzato dalla l’Istituto Tecnico B. Pascal – Roma, realizzato grazie al finanziamento dalla Guna, industria farmaceutica italiana specializzata nella produzione e diffusione di medicinali omeopatici.
Il progetto, basato sulla Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg, è articolato in laboratori di formazione e gruppi di Decision Making e il suo obiettivo finale è quello di realizzare uno spazio scolastico dove tutte le persone coinvolte possano raggiungere obiettivi molto concreti e pratici.I ragazzi della scuola superiore sono in un’età particolarmente delicata: da alcuni anni gli operatori scolastici notano negli adolescenti una difficoltà a sopportare le frustrazioni e ad impegnarsi a fondo nel superamento degli ostacoli, difficoltà dalla quale possono derivare atteggiamenti di “rinuncia” e di resa. Questa situazione può contribuire ad alimentare comportamenti disfunzionali in ambito scolastico e interpersonale.

Lo scopo di questo progetto pilota è quello di portare all’elaborazione di strategie condivise, utili per superare questo tipo di problematiche.
Gli organizzatori sono convinti che questa esperienza potrà costituire un modello per esperienze simili nella scuola secondaria. Lo stesso progetto, con lievi modifiche, è stato selezionato per la Regione Lazio dal MIUR, in attuazione dell’art. 7 del Decreto Legge 12 sett. 2013 n.104,ottenendo il punteggio massimo .

Come già indicato, i protagonisti del progetto sono un gruppo di ragazzi e di docenti supportati da un pool di counselor e mediatori esperti nella CNV.
Ideatori e coordinatori del progetto sono:
la Dr.ssa Lucilla Ricottini ed il Dr. Lorenzo Salvi, insieme alla Prof.ssa Maria Cristina Recupero, che ha contribuito all'elaborazione e alla promozione del progetto all'interno della propria scuola. Gli obiettivi che si perseguono sono:

1-migliorare le relazioni interpersonali tra alunni e alunni, tra alunni e docenti all’interno del gruppo dei docenti;

2-aumentare la spinta motivazionale degli studenti e dei docenti;
contrastare l'abbandono scolastico;

3-superare i conflitti e ristabilire gli equilibri, puntando soprattutto sull’educazione al senso di responsabilità individuale e all’espressione del proprio potenziale.

L'esperienza , quindi, continua nel prossimo anno accademico 2014-2015 e coinvolge anche gli studenti della scuola media.


scuolAmica


11/04/2014
Si terrà a Roma il 10 e 11 maggio 2014 il corso base di MetaMedicine e EFT


META-Medicine® Il nostro corpo è un organismo altamente intelligente e le sue reazioni e sintomi sono significativi - sono segnali che ci indicano che stiamo vivendo un conflitto interiore. META-Medicine® (Meta dal Greco “oltre”) ci permette di trovare le cause alla radice della nostra malattia; queste possono essere eventi traumatici, emozioni negative o credenze limitanti che disturbano il nostro essere. META-Medicine® è uno strumento potente che rende ognuno di noi il guaritore di sé stesso. E’ un modello che integra corpo - mente – ambito sociale - spirito. Ci considera tutti come individui completi, con la nostra storia personale, le nostre emozioni, sentimenti, paure, le quali portano ognuno di noi a reagire differentemente nelle singole situazioni. META-Salute ci aiuta a trovare consapevolezza del nostro conflitto interiore. Se ascoltiamo il nostro corpo troveremo le risposte dentro di noi. EFT, Emotional Freedom Techniques Rapidamente diffusa come tecnica di auto-aiuto in tutto il mondo e utilizzata ormai da milioni di persone, EFT è un sistema potente e molto facile da imparare per chiunque. Può essere impiegata da ognuno di noi come pronto soccorso per disturbi fisici ed emotivi, ma non solo: offre la possibilità di una maggiore auto-realizzazione a scuola, nelle arti, nello sport, nelle relazioni interpersonali, sociali o nel campo lavorativo. Sia nel mondo anglosassone che in Italia è sempre più utilizzato per la salute fisica e mentale, anche da professionisti e medici. Leggete il volantino in allegato!
volantino MetaM e EFt


11/04/2014
Il cibo racconta il sorriso. Stili di vita, alimentazione, igiene orale...gli ingredienti del nostro sorriso!


Animeranno la discussione la dott.ssa Lucilla Ricottini e il dott. Roberto Raia.
il cibo racconta il sorriso


05/02/2014
SCUOLAMICA, un progetto pilota per migliorare la qualità e ridurre l'abbandono scolastico con la CNV


E' partito a gennaio 2014 il Progetto ScuolAmica, ideato e sviluppato dalla Dott.ssa Lucilla Ricottini e dal Dott. Lorenzo Salvi, sostenuto e finanziato da GUNA spa. (industria farmaceutica omeopatica italiana). L' obiettivo è quello di elaborare un sistema atto  a contrastare e ridurre l'abbandono scolastico nei ragazzi della media superiore. Tale sistema prevede l'identificazione dei bisogni non soddisfatti che sono alla base dell'abbandono e l'elaborazione di strategie idonee, perchè la scuola possa, per quanto di sua competenza, contribuire a soddisfare questi bisogni. Le metodologie usate , per l 'identificazione dei bisogni e per l'elaborazione di strategie attuative , si basano principalmente sui principi e le pratiche della Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg. Questo progetto è un esperimento pilota che verrà condotto presso la Scuola B. Pascal ( Roma) e potrà costituire un modello per esperienze simili nella scuola secondaria. Vi terremo informati!
volantino


27/11/2013
Treasure Map to the Soul, ovvero: Le Mappe del Tesoro per trovare l'anima


Un seminario di 6 giorni, tenuto a Koppelsberg (Amburgo) dalle due più note formatrici di Focusing a livello internazionale: Ann Weiser Cornell e Barbara McGavin. La metodologia che è stata offerta durante la settimana di lavoro, e che è alla base di una specifica formazione in counseling, costituisce uno strumento molto potente e molto duttile utilizzabile in campo psicoterapeutico, medico ma anche individuale. Lavorando con i conflitti, i blocchi e tutte quelle parti interiori che a volte sembrano impegnate in una lotta che genera soltanto sofferenza, è possibile scoprire l'altra "faccia della luna" e reintegrare esperienze e convinzioni apparentemente inconciliabili. E , a volte, totalmente inconsce! 
Al seminario hanno partecipato 20 persone di 7 differenti nazionalità: per l'Italia erano presenti la dott.ssa Lucilla Ricottini e il dott. Lorenzo Salvi. Il prossimo incontro, un Advanced, si terrà ad Oxford (Inghilterra) a fine giugno 2014

IMG-20131124-WA0000


06/09/2013
Felici in famiglia, tre incontri con la dott.ssa Ricottini Lucilla e il Dott. Salvi


Sono programmati a breve tre incontri pomeridiani , per migliorare le proprie competenze empatiche e comunicative con gli strumenti della Comunicazione NonViolenta (CNV). La CNV è una pratica ancor più che un processo di comunicazione, ideata e messa a punto durante 40 anni di ricerca appassionata ed infaticabile da Marshall Rosenberg,psicologo statunitense allievo e collega di Carl Rogers. Aiuta a sviluppare un linguaggio semplice e straordinario che migliora la comunicazione con se stessi e con gli altri, e  che può cambiare la vita delle persone in famiglia, nella scuola, nel lavoro tra persone appartenenti a culture, religioni e politiche differenti. La CNV si basa su capacità di consapevolezza, empatia e pratiche comunicative che in sé non contengono nulla di nuovo e che sono conosciute da secoli; la novità sta nell’integrazione e nella chiarezza e semplicità del modello che permette di ritrovare e rendere abituale nella vita di tutti i giorni il nostro linguaggio naturale di esseri umani.  Le 3 giornate si terranno il 5 ottobre, il 16 ottobre e il 19 novembre 2013  e saranno molto pratiche ed interattive; i partecipanti potranno esercitarsi a comunicare con naturalezza in maniera più empatica e consapevole . A breve un programma più dettagliato dei tre incontri, ai quali si può partecipare anche in coppia.

Nel frattempo, per ulteriori informazioni, potete contattare i due  conduttori all'indirizzo mail: omeopatia@lucillaricottini.it


felici in famiglia programma


01/09/2011
Summer School al Focusing Institute di New York


Si è tenuto a Garrison, N.Y., il 6° Corso Estivo di Focusing.

Dal 12 al 18 Agosto 2011 alcuni tra i più noti  Formatori in Focusing, sulla base di una tecnica condivisa, hanno insegnato le proprie metodiche  per sviluppare il Felt Sense,  una sorta di "muscolo emozionale" utile a confrontarci con situazioni di paura, stress e frustrazione.

Il Felt sense è la percezione corporea delle nostre emozioni, una saggezza che possediamo innata e che ci guida nelle azioni e nelle scelte della nostra vita quotidiana: imparando, attraverso la specifica tecnica elaborata dal grande filosofo e psicoterapeuta Eugene Gendlin, ad entrarvi in contatto consapevolmente, possiamo utilizzare il Felt Sense in campo sanitario, psicologico, spirituale.

Il Focusing aiuta, inoltre, a sviluppare empatia e può essere integrato con altri lavori di tipo psicologico e relazionale, quali il Learning Love e la Comunicazione Nonviolenta.

Per Maggiori informazioni sul Focusing: The Focusing Institute. Oppure, consultate il sito http://www.focusing.it/ di Nicoletta Corsetti




09/03/2011
Workshop intensivo a Roma per Operatori Socio-Sanitari e Volontari


L'Istituto Empowerment e Salute promuove un Workshop intensivo teorico-esperienziale sul tema "L'ascolto nell'assistenza alla persona con malattia grave". Il Workshop si terrà a Roma il 9 e 10 Aprile 2011. E' destinato agli operatori del settore, ai Volontari, ma anche a tutte le persone che vivono in famiglia l'esperienza di una malattia grave e che vogliono aumentare le proprie  risorse e la capacità di offrire sostegno ai propri cari.

Per informazioni e prenotazioni, telefonare a Feliciano Crescenzi- cell. 347.6967879 o scrivere una mail a feliciano.crescenzi@libero.it

 




08/03/2010
Corso di Flower Massage® - Massaggio con i fiori di Bach


A Bologna il 15/16 maggio 2010 con il Dott. Ermanno Paolelli, Psichiatra, Floriterapeuta ed Omotossicologo. Con il corso si acquisisce la qualifica internazionale di Pratictioner, la concessione d'uso del Marchio e dopo supervisione la possibilità di Iscrizione all'Albo Internazionale. Il Dott. Paolelli è uno dei massimi esperti in Italia di Floriterapia. Info: Società Italiana di Floriterapia Tel. 051/441020 - 333/3857130 -

info.sif@libero.it - http://www.bachflowermassage.com/

 



TORNA SU